“Fu allora che divenni la ‘altra’, una diversa. Per la colpa di essere nata, non perché avessi fatto qualcosa di speciale”. La senatrice a vita Liliana Segre, ospite di Fabio Fazio nella prima puntata di Che tempo che fa su Rai1, ha ricordato l’ottantesimo anniversario delle nefaste leggi razziali dell’agosto del ’38 a cause delle quali, l’allora ottenne Segre, venne espulsa dalla scuola elementare perché ebrea. E sulla situazione dei migranti di oggi ha detto: “Le storie sono diverse, imparagonabili. Certamente l’indifferenza dell’Europa di allora è l’indifferenza dell’Europa di oggi“.

Video Rai

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Decreto Genova, Conte: “Non siamo venuti meno alle promesse. Siamo in attesa dei riscontri del Mef”

next
Articolo Successivo

Veneto, consiglio regionale ad alta quota. Zaia porta tutti sulla Marmolada contro l’attribuzione della vetta al Trentino

next