“Fu allora che divenni la ‘altra’, una diversa. Per la colpa di essere nata, non perché avessi fatto qualcosa di speciale”. La senatrice a vita Liliana Segre, ospite di Fabio Fazio nella prima puntata di Che tempo che fa su Rai1, ha ricordato l’ottantesimo anniversario delle nefaste leggi razziali dell’agosto del ’38 a cause delle quali, l’allora ottenne Segre, venne espulsa dalla scuola elementare perché ebrea. E sulla situazione dei migranti di oggi ha detto: “Le storie sono diverse, imparagonabili. Certamente l’indifferenza dell’Europa di allora è l’indifferenza dell’Europa di oggi“.

Video Rai

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Decreto Genova, Conte: “Non siamo venuti meno alle promesse. Siamo in attesa dei riscontri del Mef”

next
Articolo Successivo

Veneto, consiglio regionale ad alta quota. Zaia porta tutti sulla Marmolada contro l’attribuzione della vetta al Trentino

next