Gentilissimo Presidente della Regione Veneto Luca Zaia,
sono il Dott. Luca Faccio da Bassano del Grappa, mi occupo di tematiche socio–politiche con particolare attenzione alla disabilità.

Le scrivo per invitarla a non rendere effettiva la proposta di regalare la bandiera di San Marco ad ogni nuovo bimbo o bimba che nasce in Veneto, per affermare la propria appartenenza (identità) al “Popolo Veneto”. Personalmente credo che i 50mila euro spesi per l’acquisto siano una spesa inutile, mentre se tale cifra viene usata per tutelare, valorizzare, migliorare, rendere più vivibile il territorio per tutte le persone, l’identità dei “veneti” viene valorizzata comunque, non crede?

Tengo a precisare che seguo i temi legati alla disabilità, mi rendo perfettamente conto che chi governa una Regione, una città o una Nazione deve tener conto dei bisogni reali delle persone, pertanto per me si deve valutare con molta attenzione come spendere il denaro in modo da poter dare a tutti i cittadini gli strumenti perché possano valorizzare il territorio e le relazioni sociali sviluppando a pieno ogni singola potenzialità.

Se lo ritiene opportuno sono disponibile a confrontarmi con lei in modo diretto per discutere su alcune tematiche socio-politiche che possono valorizzare la Regione Veneto e non solo. In attesa di ricevere una sua risposta scritta che vorrei pubblicare su questo blog, la ringrazio anticipatamente.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Padre Pio, Conte alle celebrazioni per il santo: “Traiamo tante energie anche per il governo”

next
Articolo Successivo

Berlusconi attacca il M5s e annuncia: “Europee? Penso di candidarmi”. Di Maio: “Capo di Mediaset ha fatto il suo tempo”

next