Incassata un’altra soddisfazione dai giudici milanesi Fabrizio Corona doveva essere in vena di affettuosità. E dopo aver dedicato questa “vittoria” al figlio Carlos, ospite a Verissimo ha parlato anche delle donne amate davvero nella sua vita: Nina Moric e Belen Rodriguez.  Lasciata fuori la donna, che gli è stata accanto per tanto tempo, Silvia Provvedi: “La verità è che non siamo mai stati una coppia. Oggettivamente siamo due persone diverse che non c’entrano nulla l’una con l’altra: sembriamo due estranei. Lei mi è stata vicino in un momento molto difficile, ma penso di non averla mai amata. Non la considero uno dei grandi amori della mia vita. Le  donne delle mia vita sono state solo due: Nina Moric e Belén Rodriguez”.

Della modella che è stata sua moglie ed è la madre di suo figlio dice: “Nina è la persona più buona che esista sulla faccia della Terra, ma è anche una persona molto problematica. E molti problemi nascono per colpa mia. Dopo anni ho ricucito finalmente i rapporti: io le persone buone me le porto dietro tutta la vita. Secondo me è ancora un po’ innamorata di me, ma con Nina non tornerò mai insieme, però starò con lei tutta la vita. Il mio sogno è prendere una casa grande negli Stati Uniti e andarci a vivere tutti insieme”. Parole anche per la Rodriguez, che pare sia in rotta con il fidanzato Andrea Iannone, al quale è stata legata per due anni: “È stata il mio più grande amore. Quando ho bisogno lei c’è sempre. Lei ha raggiunto la pace dei sensi, è una bravissima mamma e ha una vita tranquilla, mentre io ho ancora il diavolo dentro che dovrei un po’ spegnere”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Whatsapp, la paura corre sulla piattaforma di messaggistica e si chiama Olivia

prev
Articolo Successivo

Nadia Toffa: “Vi spiego come sono riuscita a trasformare quello che tutti considerano una sfiga in un dono”

next