Durante un incontro con i sovrintendenti d’Italia, negli uffici liguri di Belle arti, un sovrintendete chiede al ministro Alberto Bonisoli se non sia il caso di rivedere i criteri di selezione e reclutamento dei dirigenti dei musei, considerato che “per gli idonei di storia dell’arte la graduatoria non è ancora finita. E quindi rischiamo di avere tra i dirigenti soltanto storici dell’arte e non architetti o archeologici”. Alla domanda è seguita la battuta sarcastica di Bonisoli: “Anche io abolirei la storia dell’arte. Per me, al liceo, era una pena”.

Video Facebook/Alberto Bonisoli

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Giachetti vuole fare lo sciopero della fame? La dieta che serve al Pd è un’altra

prev
Articolo Successivo

“Vita, famiglia e libertà”, nasce intergruppo parlamentare con Pillon, Gasparri e Pagano: “Priorità? Scoraggiare l’aborto”

next