Sono diventato ciò che ho sempre odiato”. A due settimane dalle nozze, Fedez si lascia andare in un’intervista esclusiva a Maurizio Costanzo che andrà in onda lunedì 17 alle 23.30 su Canale 5. Il rapper ha confidato come la sua vita sia cambiata in questi mesi, prima con la nascita del piccolo Leone e poi con il matrimonio con l’influencer Chiara Ferragni, ma non solo. C’è spazio anche per i sentimenti, gli affetti familiari e il successo che, inevitabilmente, lo ha toccato rendendolo “una contraddizione vivente”.

Sono diventato ciò che volevo essere e anche ciò che non avrei mai voluto essere, un po’ in mezzo tra quello che ho sempre odiato e quello che avrei voluto essere”, ha spiegato sollecitato dal presentatore. “Non c’è mai stata la ricerca ossessiva del successo da parte mia, c’è sempre stata un’urgenza espressiva e la voglia di ampliare il proprio pubblico, non c’è mai stata la ricerca della fama in sé il successo mi ha cambiato, mi ha reso ciò che sono, inevitabilmente, nel bene e nel male”.

“Da piccolo avevo delle convinzioni, degli ideali. Inevitabilmente sono diventato ciò che ho sempre odiato appartenendo a classi subalterne e affrontando anche tematiche sociali. Venivo da una estrazione fortemente connotata politicamente, però, inevitabilmente, il mio imborghesimento artistico e personale mi ha fatto diventare un po’ una contraddizione vivente“. I genitori, da sempre, gli sono stati vicini e lo hanno sostenuto: “Il rapporto con loro è sicuramente migliorato nel tempo siamo una famiglia con pochi fronzoli, io e mia mamma penso che ci diciamo ‘ti voglio bene’ una volta all’anno, solo in occasioni speciali sprechiamo poche parole ma viviamo molto il rapporto”.

E con Chiara Ferragni? “Con lei ci fu da subito un’affinità che era fuori dal comune. Penso che sia una persona estremamente intelligente ed estremamente positiva. Per me è stata una sorta di medicina – dice commosso il rapper – perché io sono praticamente l’opposto, io sono una persona molto cinica. Sono una persona poco spensierata, quando c’è da vedere il bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto io vado verso il vuoto e il problema è che il vuoto ti può anche risucchiare. Lei cerca di vedere il bene e il bello in tutto e di conseguenza riesce a godersi le cose come io non sono mai riuscito a fare prima di lei”. “Ti ho visto gli occhi lucidi quando è comparso Leone- commenta Costanzo – Sii contento di questo perché non credo ci sia gioia maggiore…” “E vabbè…è normale – risponde Fedez – Sono d’accordo”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Mark Wahlberg, l’assurda routine quotidiana dell’attore che si sveglia alle 2.30 del mattino: ecco per fare cosa

prev
Articolo Successivo

Chef Rubio contro Tommaso Paradiso: “Non c’entriamo niente: lui ha il Rolex, io giro con la Punto”

next