Sono ancora critiche le condizioni di salute di Demi Lovato, ricoverata d’urgenza una settimana fa in ospedale a causa di un overdose da eroina. Secondo quando riportato dal magazine americano Tmz, la cantante ha davvero rischiato la vita. “I medici non hanno ancora una previsione su quando la cantante potrà uscire, sta ancora molto male, con nausea e febbre alta” si legge. Parole che smentiscono quanto detto dai suoi familiari poche ore dopo il ricovero: avevano parlato infatti di un veloce recupero e dell’intenzione di trasferire la ragazza al più presto in un rehab. Ma al momento, stando alle fonti di Tmz, non ci sono le condizioni perché venga dimessa.

Un’incognita resta poi come Demi reagirà, una volta che si sarà davvero rimessa, alla proposta di rientrare in un rehab, anche se negli ultimi mesi pare avesse già manifestato serie intenzioni di riconquistare totalmente la sobrietà e di abbandonare una serie di pericolose dipendenze, con le quali conviveva da anni. La po star 25enne era stata ritrovata, martedì scorso, priva di sensi nella sua casa e prima di essere stata trasportata in ospedale le era stato somministrato il Narcan, un farmaco che serve a contrastare rapidamente le conseguenze delle overdose da oppiacei. Il portavoce dell’attrice aveva successivamente aggiornato i fan dichiarando che era sveglia e aveva accanto i membri della sua famiglia.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Elettra Lamborghini, paura dopo un malore: le foto mentre viene trasportata in ambulanza

next
Articolo Successivo

Vincent Cassel risponde alle critiche di Monica Bellucci sulla differenza d’età con Tina Kunakey: “Ecco la pu… opportunista e il pedofilo tossicodipendente”

next