Sono esplosi un anno fa, ma con il ritorno dell’estate tornano sempre di moda. Ci ha pensato Dagospia a rimetterli sul mercato riesumando la storica rubrica del settimanale Cuore: Mai più senza. Parliamo dei graziosi pendagli BeachTail. Un dondolante rosario per il pube in bikini con tanto di estremità penzolanti simili a gioielli preziosi. La doppia collanina si attacca sotto al costumino tra l’ano e la vagina e il resto rimane a dondolare tra le cosce, mentre l’indossatrice tira un colpo coi racchettoni e si diletta in una corsa sulla battigia. BeachTail è prodotto dai giapponesi della BoDivas, esperti in questo genere di pendagli anche per seni e capezzoli. Sul loro sito il costo è 17,76 dollari, mentre su Amazon si arriva oltre i venti euro.  Diversi i colori delle pietruzze a disposizione, come diverse le lamentele durante il primo anno di vendita. C’è chi adombra l’ipotesi dell’arrugginirsi del sacro pendaglio in acqua. C’è chi si sente qualcosa di ingombrante in uno spazio già angusto. C’è infine chi, addirittura, si è addormentato sul telo da bagno con BeachTail “indossato” e in un batter d’occhi oltre al fascino chic di rubini e topazi che sbucano dal pube, ecco sbucare anche il fascino della sempiterna scottatura…da BeachTail. Da utilizzare comunque con a portata di smartphone il proprio dermatologo.