Un giornalista è stato portato fuori a forza dalla sala della conferenza stampa congiunta di Donald Trump e Vladimir Putin, nel palazzo presidenziale finlandese a Helsinki, poco prima che i due leader cominciassero a parlare. Nelle immagini si vede il reporter che tiene un cartello su cui si legge “Nuclear Weapon Ban Treaty”. Il giornalista è stato identificato come Sam Husseini, direttore dello U.S. Institute for Public Accuracy, che era stato accreditato per la testata “The Nation” per seguire il summit.
Dopo il tentativo senza successo di togliere il cartello dalle mani del giornalista, Husseini è stato portato via da diversi agenti del Secret Service, scrive la stampa Usa. In una nota ‘The Nation’ afferma: “In un periodo in cui questa amministrazione (Trump, ndr) denigra sistematicamente i media, siamo preoccupati dalle notizie che lui (il giornalista, ndr) è stato portato via a forza dalla conferenza stampa”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Il salvataggio è da film: l’elicottero è costretto a fare una manovra impossibile sulla cima del monte. Come finirà?

next
Articolo Successivo

Helsinki: Trump e Putin, i Gianni e Pinotto del Russiagate

next