Un giornalista è stato portato fuori a forza dalla sala della conferenza stampa congiunta di Donald Trump e Vladimir Putin, nel palazzo presidenziale finlandese a Helsinki, poco prima che i due leader cominciassero a parlare. Nelle immagini si vede il reporter che tiene un cartello su cui si legge “Nuclear Weapon Ban Treaty”. Il giornalista è stato identificato come Sam Husseini, direttore dello U.S. Institute for Public Accuracy, che era stato accreditato per la testata “The Nation” per seguire il summit.
Dopo il tentativo senza successo di togliere il cartello dalle mani del giornalista, Husseini è stato portato via da diversi agenti del Secret Service, scrive la stampa Usa. In una nota ‘The Nation’ afferma: “In un periodo in cui questa amministrazione (Trump, ndr) denigra sistematicamente i media, siamo preoccupati dalle notizie che lui (il giornalista, ndr) è stato portato via a forza dalla conferenza stampa”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Il salvataggio è da film: l’elicottero è costretto a fare una manovra impossibile sulla cima del monte. Come finirà?

prev
Articolo Successivo

Helsinki: Trump e Putin, i Gianni e Pinotto del Russiagate

next