Camminavo piano, non sono un pirata della strada. Mi sono fermato e ho soccorso il conducente dello scooter”. A parlare così è Antonello Viglino, l’uomo che si è scontrato con George Clooney lungo la statale 125, a pochi chilometri dall’ingresso di Olbia. Il sessantottenne è stato intervistato da La Stampa per ricostruire quella che deve essergli sembrata la scena di un film.

L’incidente, le cui responsabilità saranno stabilite dalla polizia di Olbia, si è risolto con una prognosi di 20 giorni per il divo di Hollywood e molta paura. Clooney era a bordo della sua moto e pare avesse accelerato un po’ troppo quando c’è stato lo scontro con Viglino che, in auto, andava in direzione opposta e stava entrando in un parcheggio. L’attore e regista non avrebbe avuto il tempo di frenare: “Tutto è successo in un istante, appena mi sono avvicinato ho capito chi avevo di fronte”, ha detto il pensionato. “Era molto spaventato, dolorante. Ho provato a consolarlo. Sembrava di essere nella pubblicità del caffè“.