Rilancia l’endorsement al governo gialloverde di Jerry Calà. E lo commenta con il più noto refrain del comico: “Libidine, doppia libidine, libidine coi fiocchi“. Luigi Di Maio si scopre fan del protagonista del primo episodio di Vacanze di Natale, destinato a inventare un genere cinematografico nuovo: quello dei cinepanettoni. Anzi, per la verità, è Calà che svela implicitamente di essere un sostenitore dell’esecutivo del Movimento 5 stelle e della Lega. “Tutti in tv si chiedono dove troverà questo governo i soldi per mantenere le promesse elettorali. Basterebbe che il precedente governo gentilmente svelasse dove ha preso tutti quei miliardi per salvare le banche…”, scrive su twitter il comico, catanese di nascita ma milanese d’adozione. Un post retwittato dal capo politico del M5s che ha appunto omaggiato Calà con il suo ritornello storico: “Libidine, doppia libidine, libidine coi fiocchi”. Polemica la reazione dei social, con diversi account che hanno attaccato Di Maio per il suo tweet leggero. “Siete proprio il partito dei comici”,”Le ricordo che è il vicepresidente del consiglio, nonché ministro, abbia almeno la parvenza social di tali ruoli”, sono solo alcuni dei tanti commenti critici. “Jerry sei il mio idolo da oggi ancora di più”, scrive invece un altro utente, evidente fan del comico e del M5s.