Radja Nainggolan si è confessato durante il Gert Late Night, un talk show in onda su un canale televisivo fiammingo. E la sua è stata una confessione realmente senza filtri: “Tutte le donne mi vogliono, è vero, è un pensiero che mi sbattono in faccia. A volte è difficile dire di no. Mia moglie? Devi negare fino alla morte, certe cose non puoi certo renderle pubbliche. Se fai una passeggiata o vai ad una festa e improvvisamente vieni circondato da cinque donne che cosa fai? Insomma, non sono certo un angelo, la cosa importante però è non far uscire mai nulla…“.

Insomma, parole che lasciano intendere una condotta non proprio immacolata. E ancora: “I gay nel calcio ci sono, solo che non dicono di esserlo, si vergognano. Ammetterlo vorrebbe dire ‘essere morti’. Chi ammettesse di essere gay non sarebbe poi più a suo agio all’ interno dello spogliatoio, perché il calcio è noto per l’ abbinamento con le belle donne”.  E quanto al futuro il centrocampista della Roma ha aggiunto: “Se dovessi smettere con il calcio oggi, uscirei sicuramente da questo mondo. Non voglio fare l’ allenatore, per esempio. Voglio solo uscirne e non fare sostanzialmente niente“.