“Se fra uno o due anni i tornasse al voto Alessandro Di Battista tornerebbe in scena. Lo dico perché un po’ lo conosco e credo che anche se oggi non sa la risposta, secondo me fra un anno tornerebbe in campo”. Così Andrea Scanzi, firma del Fatto Quotidiano prima dell’incontro con Alessandro di Battista al circolo Fuori Orario di Taneto di Gattatico dove è in corso la Festa del Fatto Quotidiano. E sulla Credo che Mattarella sia stato molto bravo fino a quattro cinque giorni fa costringendo le forze in campo a fare un governo per non andare al voto a luglio, ottobre, a dicembre. Allo stesso tempo impedire che Savona faccia il ministro mi sembra folle. Savona deve piacere alla Lega e ai 5 stelle e a coloro che li hanno votati. Se ci sarà un governo 5Stelle-Lega non avrà un granché a cuore la politica tedesca, se ne faccia una ragione. A meno che non ci sia stata un’introduzione, a mia insaputa del reato di opinione”. 

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, accessibile a tutti.
Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte con idee, testimonianze e partecipazione.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Governo, Di Battista: “Inaccettabile veto di Mattarella su Savona. Economia è ministero più politico”

next
Articolo Successivo

Governo M5s-Lega, Putin: “Dai politici italiani parole positive su sanzioni. Paese affidabile ma subordinato alle scelte Ue”

next