Un uomo di sessant’anni è stato ucciso a coltellate a Pescara dopo una violenta lite condominiale con un vicino. Sul posto sono arrivati i carabinieri, la polizia e i medici del 118, che hanno confermato il decesso della vittima. Il presunto omicida è stato arrestato dalle forze dell’ordine. Secondo le prime informazioni, è stato proprio l’aggressore a telefonare ai carabinieri per segnalare l’accaduto. Ancora non si conoscono i motivi che hanno provocato la lite fra i due.

Sul luogo della tragedia sono arrivati, dopo poco, i familiari della vittima. R. M., 50enne, arrestato dai Carabinieri, è stato accompagnato in pronto soccorso perché leggermente ferito. Secondo una prima ricostruzione degli investigatori la lite sarebbe scoppiata nel garage condominiale dove l’uomo è stato trovato. Sul posto, oltre a Carabinieri e Polizia, il Pm che coordina le indagini, Valentina D’Agostino, e il medico legale che, dopo i sanitari del 118, ha constatato il decesso del 60enne.