“Silvio Berlusconi? Ha ancora un forte potere di veto e poi chissà cos’altro. Se Salvini vuole allargare il suo consenso al centro-Forza Italia non può rompere con Berlusconi e non lo farà, anche perché Di Maio gli tende una trappola: gli chiede di slegarsi da Forza Italia ma di certo non gli lascerà la premiership. Salvini e Di Maio devono stare molto attenti perché hanno chiacchierato tanto e ora o riescono a fare un governo con qualcosa, oppure si andrà a elezioni anticipate. E forse conviene a tutti e due”. Così Massimo Cacciari riflette sull’impasse politico nella formazione del nuovo governo, a margine del convegno “Italia a un punto di svolta. Scenari e prospettive per la nuova legislatura”, organizzato a Bologna da Nomisma. E sulla proposta ventilata dal ministro uscente allo sviluppo economico Carlo Calenda: “Se Mattarella arriva a un punto in cui ritiene che l’unica iniziativa possibile sia un governo di unità nazionale, allora il Pd non potrà certo dire di no, ma una sua iniziativa in qualunque altro senso la vedo molto difficile”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Leonardo, M5s: “Manovre sotterranee per rinnovo collegio sindacale. Sotterfugi di un sistema in decadenza”

prev
Articolo Successivo

Pd, Boccia: “Governo di transizione con noi, M5s e Lega? Impossibile. Da Calenda banalità politica”

next