Questa mattina diecimila persone si sono radunate in piazza del Popolo a Roma per l’ultimo saluto a Fabrizio Frizzi. Una piazza gremita per l’ultimo saluto al conduttore 60enne che se n’è andato nella notte tra il 25 e il 26 marzo: c’erano persone comuni, telespettatori, dipendenti dell’azienda pubblica e tanti suoi conoscenti. Dentro la chiesa, invece, le persone più vicine a Frizzi, dai parenti più stretti ai personaggi del mondo dello spettacolo che gli erano amici anche fuori dagli studi tv.

Qualcuno, però, non è riuscito a fare il suo ingresso e ha lasciato sui social tutto il proprio dispiacere. E’ il caso di Gianfranco D’Angelo, attore 81enne: “Quando un funerale diventa spettacolo e non ti viene permesso di entrare in Chiesa per salutare un Collega che ci lascia, allora consideri che si può essere vicini alle persone anche senza essere ripresi dalla TV: Mi hanno respinto dicendo che era una cerimonia ‘per pochi intimi’. No comment. Ciao Fabrizio, ti porterò sempre nel cuore”, ha scritto l’ex volto di Striscia la notizia e Drive In.

In seguito alla notizia della scomparsa del conduttore de L’Eredità, D’Angelo lo aveva ricordato con parole ricche di affetto: “Avevi una qualità rara nel mondo, l’educazione e la gentilezza. Entravi nelle case degli italiani come l’amico di tutti. Pacato, sorridente, rassicurante. Come mi dispiace! A Carlotta, alla tua bimba un abbraccio immenso. Con infinita tristezza ti dico: fai buon viaggio Fabrizio”.