“Mai con il Movimento Cinque Stelle, il coltello è ancora piantato nella mia schiena”. Così la senatrice Pd, Monica Cirinnà, risponde in merito a un possibile accordo con i Cinque Stelle, facendo riferimento al voto sulle unioni civili. Ma a chi le chiede come si porterà avanti quindi il dialogo con quella parte del partito democratico che però apre al partito di Luigi Di Maio, la senatrice lasciando il Senato dopo la registrazione, risponde: “Per ora siamo fermi sulla nostra posizioni, ma avremo la possibilità di vedere cosa accadrà durante le consultazioni e ascolteremo il Presidente della Repubblica”.

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Davide Casaleggio sul Washington Post: “M5s vento inarrestabile, vecchi partiti moribondi. Ogni voto ci è costato 7 cent”

next
Articolo Successivo

M5s, Davide Casaleggio: “Voto su alleanze di governo? Chiedete a Di Maio”. E su Cambridge Analytica: “Caso che sto studiando”

next