All’Hotel Parco dei principi a Roma si sta svolgendo il primo incontro dei parlamentari del Movimento 5 Stelle. Oltre 330 eletti che divisi in due stanze, tra i senatori e i deputati, ascolteranno il discorso del candidato premier Luigi Di Maio, arrivato assieme a Davide Casaleggio. Poi i nuovi e i vecchi parlamentari 5 Stelle ascolteranno gli interventi dei nuovi capogruppo pentastellati: Giulia Grillo per la Camera e Danilo Toninelli per il Senato ed in conclusione parleranno i capi della comunicazione dei gruppi parlamentari. A spegnare le modalità dell’incontro è Rocco Casalino. Per i nuovi c’è la consegna del silenzio con i giornalisti “perché – spiega il capo ufficio stampa M5S – in passato diciamo non abbiamo fatto non una buona esperienza con voi giornalisti. Il rischio è che voi strumentalizziate tutto”. Tra i nuovi parlamentari, arrivati in taxi all’Hotel, con i giornalisti tenuti dietro delle transenne, c’è chi dice: “Chiamatemi onorevole”, chi invece vuol tenere il massimo riserbo: “Il mio nome e dove sono stato eletto è top secret”. “Fanno bene a non parlare con voi giornalisti” sorride Alberto Airola, mentre Fabrizio Donato invece si lascia andare ad un : sono emozionato come quando gareggiavo alle Olimpiadi”. Molti altri, da Paragone ad Elio Lannutti invece mantengono la consegna del silenzio.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Elezioni, l’attore Marescotti al Pd: “Se siete ancora di sinistra cacciate Renzi e trovate un modo con il M5s di recuperare elettori”

prev
Articolo Successivo

Pd, Orlando vs Lotti: “Io mai vinto? Ho sempre preso preferenze. Il partito marchi distanza da M5S e destra”

next