Nell’intervista rilasciata da Uma Thurman al New York Times, in cui parla delle molestie subite dal produttore Weistein, l’attrice racconta anche di un incidente accaduto sul set di Kill Bill 2. Secondo suo racconto, il regista Quentin Tarantino avrebbe “tentato di ucciderla” e l’aveva costretta a girare una scena pericolosa, correndo a 64 chilometri orari , senza controfigura, su un’auto d’epoca a suo dire non sicura.  Con quell’auto l’attrice poi andò a sbattere contro la palma durante le riprese. Il video di quell’incidente non fu mai diffuso dalla Miramax fino ad oggi: la casa di produzione l’ha dato ai legali dell’attrice che l’hanno poi concesso al New York Times.  “Dissi a Uma Thurman che sarebbe andato tutto bene, che la strada era dritta e sicura. Ma non lo era e ho sbagliato. Non l’ho costretta a salire in macchina, ma lei accettò perché si fidava ciecamente di me”, ha ammesso il regista in una intervista a Deadline uscita pochi giorni dopo quella del New York Times. “È uno dei più grandi rammarichi della mia vita, uno dei degli errori più orribili” ha aggiunto.

Il video è del New York Times

 

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Oltre la notte, dal regista de La Sposa turca la storia di una donna che combatte per avere giustizia

next
Articolo Successivo

Lovers, film italiano indipendente che ha vinto più premi fuori dall’Italia ma che non ha distribuzione

next