Le ultime ore di attesa Loris Rispoli le passa in treno. Lui e gli altri familiari delle 140 vittime del Moby Prince stanno andando a Roma, destinazione Senato, per ascoltare le conclusioni della commissione d’inchiesta che dal 2015 lavora per far luce sul disastro avvenuto la notte del 10 aprile del 1991 a due miglia e mezzo dal porto di Livorno, quando il traghetto Moby Prince entrò in rotta di collisione con la petroliera Agip Abruzzo. Delle 141 persone a bordo del traghetto se ne salvò soltanto una, il mozzo.

“Finalmente vediamo riconosciute le nostre ragioni – afferma Loris Rispoli, presidente dell’associazione dei familiari delle vittime del Moby Prince “140” – per 27 anni abbiamo denunciato le responsabilità dietro a queste morti”.

I familiari non sono soli in questo viaggio: “Basta guardare il mio telefono e vedere quante centinaia e centinaia di persone ti testimoniano questa vicinanza – dice Rispoli – Io credo che la commissione abbia raggiunto un altro scopo importantissimo, quello di ricordare a questa Italia che c’era una verità da cercare”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Moby Prince, dopo 27 anni le risposte della commissione di inchiesta: “Emozionante. Verità storica ribaltata”

next
Articolo Successivo

Treno deragliato a Pioltello, Maroni arriva sul luogo dell’incidente. E la Polfer porta via i bagagli dei passeggeri

next