Un due tre stella! Anche il 2018 avrà la sua stagione de I delitti del BarLume. È stato presentato in anteprima al Noir in festival di Milano il primo episodio della quinta stagione firmato da Roan Johnson. Puntata che avrà la sua messa in onda lunedì 8 gennaio 2018 su Sky Cinema Uno HD con a seguire il 15 gennaio il secondo episodio, La battaglia navale. Tra l’evocazione di misteriose presenze aliene, birrette sul tavolino del bar, e un laborioso, buffo e frequentatissimo ufficio del commissariato locale, riprende la saga del Viviani/Filippo Timi (che nel primo episodio si vede pochino complici i marziani) in quel dell’isola d’Elba. Ad accorgersi della scomparsa del Viviani è la procace Tiziana (Enrica Guidi), imbufalita dell’assenza che la costringe agli straordinari nel Bar Lume. Viviani è in pericolo? Si è allontanato volontariamente? Oppure l’hanno rapito gli alieni, come pensano i vecchietti del bar, Gino (Marcello Marziali), Pilade (Atos Davini) ed Emo (un Alessandro Benvenuti canuto e tirato a lucido)? Sarà comunque il commissario Fusco (Lucia Mascino) a venire a capo della sparizione di Viviani. Indagando sull’omicidio di un vecchio marinaio capirà che i due misteri sono profondamente legati e che l’anello di congiunzione sembra essere Beppe Battaglia (Stefano Fresi), un Lebowski con l’accento del Tufello insospettabilmente legato al nostro Viviani. La quiete ritrovata, però, non può durare anche perché, oramai si sa, a Pineta non si può passare un’estate tranquilla.

La saga ideata dallo scrittore Marco Malvaldi nel 2013 sembra aver preso un luminoso e giusto abbrivio con l’innesto dalla seconda stagione alla regia di Johnson. Il pisano acquisito, autore di un paio di commedie fulminanti e poetiche come Gli ultimi della lista e Fino a qui tutto bene, continua ad amalgamare la classica e massiccia dose di detection, che ipnotizza il pubblico italiano come non mai, a quell’aulico, piccante e sboccato milieu linguistico di toscanerie che dona uno spessore socio-culturale molto naturale. Oltretutto nel primo episodio della nuova stagione, oltre alla solita partita di giro ad altissimo livello dei comprimari chez Johnson (Guglielmo Favilla e Paolo Cioni) a circa metà dei 40 minuti di durata totale, ecco apparire la vera guest star d’inizio stagione. Un Corrado Guzzanti con accento veneto e capelli bianchi di irresistibile comicità che intavola un duetto con la Mascino davvero da antologia. Produzione originale Sky, realizzata con Palomar, I Delitti del BarLume nell’ultima stagione di programmazione, la quarta ha racimolato un milione e mezzo di spettatori.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Crozza-Renzi e il rancore verso chi l’ha abbandonato: “Marchionne? Lo adoro, soprattutto quest’anno che ha vinto la Formula 1…”

next
Articolo Successivo

Daniele Bossari: “Mi sono autodistrutto per sei anni. Filippa e nostra figlia Stella mi hanno ripreso per mano”

next