Non un televisore di ultima generazione, una macchina fotografica, qualche vestito alla moda. L’oggetto più venduto durante il Black Friday di Amazon si trova comodamente al supermercato sotto casa, ad un prezzo tutto sommato ragionevole: un detersivo per lavastoviglie. Nello specifico, la confezione Finish All in One da 110 tab. Crolla così il mito di giovani e meno giovani in coda dalle prime ore del mattino sulla piattaforma virtuale per aggiudicarsi abiti di lusso e tecnologie avanzate, a prendersi la scena del venerdì nero degli acquisti è stata la pulizia per la casa.

Al secondo posto della classifica stilata da Amazon troviamo infatti iRobot Roomba 650 Robot, una delle aspirapolvere più performanti sul mercato. Sull’ultimo gradino del podio, un classicissimo: Fifa 18 per Playstation 4. Nella sezione Prime Now, invece, il servizio attivo per i clienti prime, l’oggetto più acquistato è stato invece una macchina per il caffè, tallonata dall’Hamburger di Scottona.

Sono stati venduti quasi 400.000 Chupa Chups, tanti da poterne offrire uno ad ogni abitante di Firenze. Ma restando in tema di pulizie, fa impressione scoprire che sono state vendute tante scope elettriche Dyson V6 che, se impilate una sopra l’altra, supererebbero in altezza il Burj Khalifa, il grattacielo più alto del mondo. Archiviato il Black Friday e fatto la scorta per pulire, adesso occhi puntati sul Cyber Monday, il lunedì di sconti dedicato alla tecnologia che segue il Black Friday.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Dzemaili scarica la moglie Erjona: “Sfrutta il mio nome per il suo lavoro di modella”

next
Articolo Successivo

Naya Rivera, l’ex attrice di Glee arrestata per aver picchiato il marito

next