Lo ha trovato in giro per casa e, forse attratto dal colore assai simile, ha masticato e ingoiato un pezzettino di hashish certo che fosse un cioccolatino. Così ha rischiato di morire un bambino di 14 mesi. Il piccolo, che ha accusato gravi problemi respiratori, ora è fuori pericolo e si trova ricoverato agli Ospedali Riuniti di Foggia.

Secondo le prime ricostruzioni, il bimbo si trovava nella casa dei suoi genitori a Cerignola, nel Foggiano, quando nel venerdì pomeriggio ha ingerito la droga, scambiandola per cioccolata.

Ricoverato d’urgenza all’ospedale Tatarella di Cerignola con gravi difficoltà respiratorie, il bambino è stato poi trasferito a Foggia dove, dagli esami clinici eseguiti, è risultato positivo al thc, il principio attivo della cannabis. La procura di Foggia ha aperto un’inchiesta sulla vicenda.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Rimini, donna malata di cancro cerca di curarsi con dieta e argilla: “Voleva sconfiggere il tumore affamandolo”

prev
Articolo Successivo

Roma, nel bilancio i fondi per Metro C, ciclabilità e funivia Battistini-Casalotti. Raggi: ‘Case occupate, Scroccopoli è finita’

next