Giornalisti e videomaker di tutte le testate si sono ritrovati a Ostia stamattina, venerdì 10 novembre,  di fronte alla palestra dove è avvenuta l’aggressione alla troupe di Nemo da parte di Roberto Spada. Manifestazione promossa da Dino Giarrusso, volto de le Iene. Tra i cronisti presenti anche Marco Lillo, del Fatto Quotidiano, e Nello Trocchia, anche lui inviato di Nemo (e blogger del Fatto Quotidiano), vittima a luglio di un’aggressione mentre stava realizzando un servizio sulla mafia foggiana. “È stato un deficiente, ma non è un cattivo ragazzo” ha detto un abitante del quartiere davanti alle telecamere, riferendosi a Roberto Spada. “Ci sono stati casi molto più gravi ma non è successo niente – aggiunge – Qui non si è mai visto nessuno, i politici non vengono mai se non a chiedere i voti”

 

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L'abbiamo deciso perchè siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un'informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Ostia, giornalisti in presidio davanti alla palestra di Spada: “Vogliamo la libertà di lavorare senza subire violenza”

next
Articolo Successivo

‘Ndrangheta, dopo 6 anni arrestati a Reggio Calabria i killer di Giuseppe Canale: l’omicidio pagato 10 mila euro

next