Giornalisti e videomaker di tutte le testate si sono ritrovati a Ostia stamattina, venerdì 10 novembre,  di fronte alla palestra dove è avvenuta l’aggressione alla troupe di Nemo da parte di Roberto Spada. Manifestazione promossa da Dino Giarrusso, volto de le Iene. Tra i cronisti presenti anche Marco Lillo, del Fatto Quotidiano, e Nello Trocchia, anche lui inviato di Nemo (e blogger del Fatto Quotidiano), vittima a luglio di un’aggressione mentre stava realizzando un servizio sulla mafia foggiana. “È stato un deficiente, ma non è un cattivo ragazzo” ha detto un abitante del quartiere davanti alle telecamere, riferendosi a Roberto Spada. “Ci sono stati casi molto più gravi ma non è successo niente – aggiunge – Qui non si è mai visto nessuno, i politici non vengono mai se non a chiedere i voti”

 

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ostia, giornalisti in presidio davanti alla palestra di Spada: “Vogliamo la libertà di lavorare senza subire violenza”

next
Articolo Successivo

‘Ndrangheta, dopo 6 anni arrestati a Reggio Calabria i killer di Giuseppe Canale: l’omicidio pagato 10 mila euro

next