Asia Argento scatenata. Questa volta al centro delle sue accuse, esposte sul suo profilo Twitter che è diventato un campo di battaglia 24 ore su 24, ci è finito Alec Baldwin. Alcuni giorni fa il 59enne attore newyorchese, che da circa un paio d’anni ha rilanciato la sua carriera con un’imitazione di Donald Trump al Saturday Night Live, ha rilasciato un’intervista alla PBS News dove al centro del confronto c’erano le molestie e le violenze sessuali denunciate da decine di attrici di Hollywood contro produttori e registi come Harvey Weinstein, James Toback, Dustin Hoffman e Brett Ratner. Un botta e risposta non proprio scandaloso dove Baldwin si è più volte scusato sia come componente di un settore professionale in cui nessuno ha detto nulla pur sapendo cosa stesse succedendo (sul caso McGowan vs. Weinstein, ad esempio); sia scusandosi in prima persona per un comportamento maschilista adottato nel passato: “Ho trattato le donne in modo molto sessista. Ho fatto quello che molti uomini fanno, ma vorrei che tutto questo cambiasse”. Apriti cielo. La Argento imbestialita gli spedisce un tweet di fuoco partendo da un’affermazione di Baldwin nell’intervista: “Sapevo di certe cose … centinaia e centinaia di donne che si lamentavano di ciò che gli era accaduto” – Usi la solita scusa patetica, vero?

Baldwin però non risponde al tweet. Allora qualche ora dopo la Argento ci riprova: “Hey @alecbaldwin o sei un completo idiota, o stai coprendo il comportamento dei tuoi amichetti e ti stai salvando la reputazione. O forse tutte e tre le cose”. A questo punto Baldwin risponde: “I casi sono due: se dipingi tutti gli uomini con lo stesso colore, o finisci il colore o finisci gli uomini”. Poi banna la Argento dal suo profilo personale, proprio mentre l’attrice twitta un articolo pubblicato su Jezebel.com in cui viene sintetizzato in modo errato dentro ai 140 caratteri del tweet di lancio in cui a Baldwin viene fatto dire  che McGowan &co. sono casi di “giustizia ritardata”.

Aprendo l’articolo si scopre invece che le parole di Baldwin sono estrapolate da un ragionamento più complesso dove l’attore parla degli accordi economici presi dalla McGowan con Weinstein in passato, per mettere a tacere le violenze subite, dicendo che questi accordi avrebbero “ritardato la giustizia”, anche se “sono pienamente consapevole di come questi accordi siano stati ottenuti”. Insomma un gran polverone dove forse non c’era da imbestialirsi così tanto. Ma alla Argento in questi giorni non si va alla testa. Tanto che a darle manforte arriva il 61enne fidanzato chef Anthony Bourdain che non ci pensa due volte ad insultare Baldwin: “Sei così imbecille da pisciare così fuori dal vaso?”.  Baldwin, o chi per lui, dal profilo social della fondazione che condivide con la moglie, non si sottrae dalla rissa con una risposta altrettanto volgare:  “You should stick to eating worms and keep your mouth shut”. A questo punto la Argento comincia a definire l’attore “BullyBoyBaldwin” e chiude la faccenda dichiarandosi fiera di essere stata bannata: “Porto questa medaglia con onore”.