Dopo Quentin Tarantino, che ha ammesso di essere a conoscenza degli abusi commessi da Harvey Weinstein ma di non aver detto nulla, anche il regista Giovanni Veronesi confessa su Twitter che Asia Argento si confidò con lui e raccontò le molestie subite. “Me lo disse vent’anni fa ma era piccola e aveva paura”, scrive. “Io non sapevo che fare. Mi sembrava una cosa troppo lontana da me. Ma avrei dovuto denunciare io”, continua il regista, che diresse Asia Argento nel 1997 in Viola bacia tutti. Dopo aver raccontato l’accaduto, Argento è stata molto criticata per non aver denunciato prima e il regista toscano prende le sue difese: “C’è ancora in giro chi dubita, chi dice che l’ha fatto per la carriera. Che cazzo di ragionamenti fate? Non c’è nemmeno da discutere. Asia Argento va difesa e basta. Non c’è nessun dibattito. Nessun dubbio”.