Fino a poche ore prima era il suo migliore amico. Poi lo ha ucciso. E’ la storia del bull terrier Major e del suo padrone, il 41enne Mario Perivoitos. L’uomo, residente a nord di Londra, stava girando un documentario sulle droghe pesanti con una troupe della BBC. Il cane, secondo quanto riportato dall’Independent, ha trovato delle dosi di crack nell’abitazione e le ha ingerite in una dose 8 volte superiore al limite massimo consentito a un essere umano. Secondo il medico legale Andrew Walker, il padrone di Major ha avuto un attacco epilettico a causa dell’assunzione di cocaina. Il cane Major, a sua volta drogato, vedendolo in preda agli spasmi lo ha attaccato. A nulla è valso il tentativo della troupe di staccare Major dalla gola del padrone e quando finalmente è arrivata l’ambulanza le condizioni dell’uomo erano già disperate. L’uomo è arrivato in ospedale con la laringe completamente schiacciata e un’emorragia interna molto estesa.

 

 

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

A Willwoosh “piace il cazzo” e lo ha detto con una nonchalance favolosa. Grazie, Guglielmo, per questo coming out

prev
Articolo Successivo

Asia Argento fa causa a Morgan per il mancato versamento alla figlia degli alimenti

next