L’account Twitter di Fabrizio Bracconeri è stato sbloccato. Per cinque minuti. Poi è scattato un nuovo blocco. Perché? L’ex ragazzo della terza C non si è presentato con un mood diverso da quello che l’ha spinto a offendere l’ex ministra Cecile Kyenge.  “Sono tornato merde”, ha scritto Bracconeri. E dopo poco ha rilanciato: “Probabilmente Twitter è gestito da un musulmano“. A questo punto è scattato il secondo blocco. Chissà se stavolta la “sospensione” sarà più lunga…

L’ha scritto la grande stampa nazionale a ranghi compatti, compresi noi del Fatto Quotidiano. Salvo poi scoprire che il nuovo account di Fabrizio Bracconeri, poi bloccato, è opera di un troll.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Taormina, turista francese trova una fede in spiaggia e mette in moto una catena “social” e ritrova il proprietario

next
Articolo Successivo

Max Biaggi: “Mai più in moto, nemmeno per gioco. Bianca? All’inizio mi ha fatto penare…”

next