L’account Twitter di Fabrizio Bracconeri è stato sbloccato. Per cinque minuti. Poi è scattato un nuovo blocco. Perché? L’ex ragazzo della terza C non si è presentato con un mood diverso da quello che l’ha spinto a offendere l’ex ministra Cecile Kyenge.  “Sono tornato merde”, ha scritto Bracconeri. E dopo poco ha rilanciato: “Probabilmente Twitter è gestito da un musulmano“. A questo punto è scattato il secondo blocco. Chissà se stavolta la “sospensione” sarà più lunga…

L’ha scritto la grande stampa nazionale a ranghi compatti, compresi noi del Fatto Quotidiano. Salvo poi scoprire che il nuovo account di Fabrizio Bracconeri, poi bloccato, è opera di un troll.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Taormina, turista francese trova una fede in spiaggia e mette in moto una catena “social” e ritrova il proprietario

prev
Articolo Successivo

Max Biaggi: “Mai più in moto, nemmeno per gioco. Bianca? All’inizio mi ha fatto penare…”

next