L’Italia potrà essere un Paese carente di tante cose, ma di sicuro non le mancano le magre figure internazionali. L’ultima ha dell’incredibile e ha a che fare con l’ormai nota foto di Samuel L. Jackson e Magic Johnson a Forte dei Marmi. Prima l’ironia intelligente di Luca Bottura con il meme sulle “risorse boldriniane”, poi Nina Moric che si accoda e viene tacciata di razzismo. Ora, causa reazione terribilmente ignorante e razzista di larga fetta di chi ha visto e condiviso la foto, la faccenda è finita persino sul quotidiano britannico The Independent.
In un lungo articolo, infatti, viene riassunto l’italico scivolone social, con particolare riferimento a chi (e sono stati tanti) ha davvero creduto che quelli ritratti in foto (con abbigliamento sportivo di marca e buste di boutique griffatissime) fossero davvero due immigrati che se la spassavano in Versilia con i 35 euro al giorno che prendono dallo Stato (nota bene: nessun migrante prende 35 euro al giorno dallo Stato). The Independent dà anche conto di un successivo post di Bottura che, su Facebook, aveva detto che “Il 40 per cento ha capito la provocazione, il 30 per cento si è indignato davvero – specie tra quelli che l’hanno ciulato senza conoscere la fonte – e un 20 per cento ha creduto che fosse un reale meme razzista e io non avessi riconosciuto Samuel Jackson e Earvin “Magic” Johnson”. Cifre riportate dal quotidiano inglese che ha addirittura dato spazio all’intervento a gamba tesa nella vicenda di Nina Moric, che di fatto si era appropriata di una battuta altrui senza peraltro citare la fonte, scatenando ulteriori polemiche.
The Independent ci fa sapere, infine, che ha chiesto un commento ai rappresentanti di Samuel L. Jackson e Magic Johnson. Commento che speriamo ci venga risparmiato, visto che ci basta la figura barbina che abbiamo fatto, di nuovo, a livello internazionale. Al massimo, se proprio volete una chiosa finale, basta riprendere il tormentone di Emilio Fede riproposto da Striscia la Notizia. Ve lo ricordate, vero?

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

RIVOLUZIONE YOUTUBER

di Andrea Amato e Matteo Maffucci 14€ Acquista
Articolo Precedente

Big Ben, l’orologio simbolo di Londra ha smesso di rintoccare

next
Articolo Successivo

Belén Rodriguez, la sua versione dell’atterraggio di emergenza: “Ho temuto di essere rapita. Mai accesa sigaretta in volo”

next