Sul numero di Millennium in uscita il 5 agosto e dedicato alla Summer of Love, J-Ax intervista Fedez. Un incontro tra due amici e soci, ma anche tra due generazioni diverse: tra tante cose che li uniscono, a separarli ci pensano i diciotto anni di differenza e alcune posizioni decisamente divergenti sulla politica e sulla società di oggi.

I giovani hanno ancora in testa le categorizzazioni ‘destra’ e ‘sinistra’?”, chiede Ax. E Fedez non ha dubbi: “Destra e sinistra erano già morte quando ero adolescente. Dai giovani, che comunque non hanno una visione nitida di ciò che succede, è sempre stato inteso tutto come un miscuglio unico. Tutto veniva e viene visto come una merda. Merda ovunque, sia a destra che a sinistra”.

Sempre sul fronte politico, il fondatore degli Articolo 31 stuzzica il socio (con cui ha firmato l’album dei record “Comunisti col rolex”) sul ‘gentismo‘, paventando “una deriva eccessiva per cui le persone partecipano sì alla politica ma senza essere pronte a farlo” e una virata “troppo a destra” del Movimento 5 Stelle: “Io non sono il portavoce del M5S. Ho sempre ritenuto che al suo interno ci fossero delle cose che non funzionano. Eppure, nonostante tutto, io trovavo e trovo in loro la soluzione meno peggiore”.

“D’altra parte – incalza J-Ax – è vero che il movimento non fa altro che intercettare quello che pensa molta gente. Ed è questo che mi preoccupa: quando ho postato sulla mia pagina Facebook un video a favore dello ius soli mi hanno attaccato in tantissimi, un vespaio di merda. Di reazionari. Ecco, intercettare questo tipo di ‘pancia’ non è secondo te un grande difetto del M5S?”. “Sì. Ma vedi – replica Fedez – io devo continuare ad avere una speranza nel cambiamento. E nonostante le cagate che fanno restano la migliore alternativa”.

E non c’è solo la politica nella lunga chiacchierata tra i due: “Senti – chiede Ax – ma te che sei sempre a farti le foto con la fidanzata per poi postarle sui social, ma il tempo per scopare lo trovi?“. Fedez sorride e risponde sornione: “Ma secondo te?”, e il botta e risposta continua per un po’. Almeno finché non arriva il momento di affrontare un altro tema in pieno stile Summer of Love, le droghe: “Le ho provate tutte tranne l’eroina – racconta Fedez – Ora sono sobrissimo. Non riesco nemmeno a bere tre bicchieri di vino insieme…”.

Il tour di Fedez e J-Ax prosegue:

Venerdì 4 Agosto – RIMINI – Rimini Park Rock
Domenica 6 Agosto – CHIETI – Arena della Civitella
Mercoledì 9 Agosto – GALLIPOLI – Postepay Sound Parco Gondar
Venerdì 1 Settembre – LA MADDALENA
Sabato 2 Settembre – TREVISO – Home Festival
Martedì 5 Settembre – TAORMINA – Teatro Antico

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Robert Hardy, morto il Ministro della Magia dei film di Harry Potter

next
Articolo Successivo

I segreti del catalogo Ikea, complottisti di tutto il mondo unitevi? [VIDEO]

next