Harry ed io avevamo una fretta dannata di salutarla… Se avessi saputo cosa sarebbe successo non sarei stato così indifferente. Quella telefonata mi si è conficcata in testa, anche in maniera pesante”. A parlare così è il principe William che in un documentario di ITV racconta l’ultima conversazione con la mamma, Diana. Una telefonata breve. Lui e il fratello volevano semplicemente salutare la madre e riprendere i giochi con i cugini. Non potevano sapere che Diana sarebbe morta quella stessa notte in un incidente nel tunnel dell’Alma a Parigi. William aveva 15 anni, Harry soltanto 12. Ed è proprio il secondogenito della principessa che aggiunge:  “Ricordando oggi quella telefonata, è veramente difficile. Dovrò affrontarlo per il resto dei miei giorni, non sapendo che quella sarebbe stata l’ultima volta che avrei parlato con mia madre. Come sarebbe stata diversa la conversazione se avessi avuto anche la minima idea che la sua vita sarebbe stata presa quella notte”. Il rimpianto dei due ragazzi di non aver salutato una mamma che amavano moltissimo e che, dicono, li ha sempre incoraggiati a essere “monelli”: “Era una ragazzina lei stessa”.

 

 

 

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Tinto Brass, matrimonio a 84 anni: “Così deciderò come morire. Con le mie attrici? Ho avuto rapporti. Avrei voluto lavorare con Cristina Parodi”

prev
Articolo Successivo

Roberto Saviano, dito medio su Instagram: “Se vi danno fastidio le mie parole state alla larga”

next