Un padre violento ucciso, una madre vittima di abusivi, il figlio adolescente unico indiziato. Sembra un caso giudiziario semplice, nessun dubbio sulla colpevolezza di Mike. Ma l’ostinato avvocato difensore Richard Ramsey non ci crede: al centro del film Una Doppia Verità c’è un processo fatto di menzogne, depistaggi e colpi di scena. “Se tutti mentono, qual è la verità?” A questa domanda dovrà cercare di rispondere l’avvocato Ramsey (Keanu Reeves) che ha promesso giustizia alla madre di Mike, la sfuggente vedova Loretta Lassiter, che ha il volto dell’ex Bridget Jones Reneé Zellweger.

Agli avvocati della difesa viene spesso chiesto come facciano a rappresentare qualcuno che è colpevole”, ha dichiarato la regista del film, la statunitense Courtney Hunt. Dopo l’esordio con Frozen – Il regno di ghiaccio nel 2008, ha cambiato totalmente genere, cimentandosi con un’ambizioso legal drama. “Mi interessava la possibilità di considerare il punto di vista di un avvocato quando il suo cliente si rifiuta di parlare: lo costringe a indagare ancor più profondamente nella sua mente”. Infatti Mike si limita a dire che “andava fatto molto tempo fa”, e nient’altro.

Nel cast anche Gabriel BassoJim Belushi (che dalla sit-com La Vita Secondo Jim passa al drammatico ruolo di un padre violento) e Gugu Mbatha-Raw, recentemente apparsa nel kolossal d’animazione Disney La Bella e la Bestia (2017) e nella serie tv Black Mirror. Una Doppia Verità uscirà nelle sale italiane il 15 giugno: ecco la prima clip in esclusiva. 

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Palma d’oro messa all’asta, il regista Abdellatif Kechiche finanzierà così il prossimo film

next
Articolo Successivo

Coco, ecco la nuova magia di Pixar. Da Monster&co a Wall-E tutti i capolavori

next