Rocco Siffredi ritorna al cinema hard e lo fa insieme alla sua ultima scoperta: la pugliese Filomena Mastromarino, in arte Malena. Dopo l’addio alle scene hard annunciato in seguito alla partecipazione all’Isola dei Famosi, il pornodivo più famoso di Italia è tornato sul set per la seconda volta insieme a Malena, con la quale aveva già girato un film. La 32enne di Gioia del Colle, eletta nel 2013 all’Assemblea nazionale del Pd si è data al porno dopo una carriera da agente immobiliare. Ed è proprio la diva hard a parlare della nuova pellicola girata con Siffredi, svelando di essere volata a Budapest, città in cui vive Rocco, per girare il nuovo film.

Malena si è fatta conoscere dal grande pubblico grazie alla partecipazione al reality di Canale 5, L’isola dei Famosi 12, arrivando in semifinale e classificandosi quarta. Una volta terminata l’esperienza da naufraga, l’ex delegata del Pd è tornata a fare l’attrice, girando il nuovo film. Già la prima pellicola girata da Malena e Siffredi aveva riscosso successo, nonostante il pornodivo si fosse limitato a fare  “solo” lo sceneggiatore, il regista, e in parte cameraman e montatore.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Eiaculazione precoce, perché non è una malattia

prev
Articolo Successivo

Marjia, storia della escort più amata di Venezia: “I miei clienti si confidano con me. Potrei chiedere lavoro alla parrocchia del paese”

next