“Io penso che aver sabotato l’accordo fatto con Air France e KLM sia stato il più grande delitto di politica industriale del secolo”. Lo dichiara Pierluigi Bersani, rappresentante di Mdp, su Alitalia. “Il governo – continua – si preoccupi che adesso l’impresa non precipiti quindi sentiamo gli azionisti, il consiglio di amministrazione. Se si fa il commissariamento si faccia senza cincischiare e poi si veda come trovare una traiettoria che tenga insieme l’assetto industriale di questa grande azienda, che trovi una traiettoria di messa in sicurezza, che eviti un eccesso di spezzatini… in questi anni dopo quel delitto si è sempre cercato di rimettere in sesto dando addosso al lavoro. È vero che c’erano dei privilegi ma adesso non ci sono più. Gli stipendi fanno 1/3 dei costi dell’azienda”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Alitalia, Camusso: “Il no al referendum dimostra la sfiducia nell’azienda”

prev
Articolo Successivo

Alitalia, l’unica soluzione è nazionalizzare

next