“Io penso che aver sabotato l’accordo fatto con Air France e KLM sia stato il più grande delitto di politica industriale del secolo”. Lo dichiara Pierluigi Bersani, rappresentante di Mdp, su Alitalia. “Il governo – continua – si preoccupi che adesso l’impresa non precipiti quindi sentiamo gli azionisti, il consiglio di amministrazione. Se si fa il commissariamento si faccia senza cincischiare e poi si veda come trovare una traiettoria che tenga insieme l’assetto industriale di questa grande azienda, che trovi una traiettoria di messa in sicurezza, che eviti un eccesso di spezzatini… in questi anni dopo quel delitto si è sempre cercato di rimettere in sesto dando addosso al lavoro. È vero che c’erano dei privilegi ma adesso non ci sono più. Gli stipendi fanno 1/3 dei costi dell’azienda”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Alitalia, Camusso: “Il no al referendum dimostra la sfiducia nell’azienda”

next
Articolo Successivo

Alitalia, l’unica soluzione è nazionalizzare

next