Circa 150 persone, appartenenti a gruppi antagonisti, a collettivi e movimenti no Tav e di lotta per la casa, sono scese in strada a Lucca, per protestare contro il G7 dei ministri degli esteri organizzato nella città toscana. Partito dalla stazione centrale, il corteo ha attraversato una città blindata e deserta. “L’interventismo americano? Non difende gli innocenti, ma avalla politiche di guerra che creano solo morti tra gli innocenti, dalla Siria a Parigi” è la risposta di un’attivista alle parole pronunciate pronunciate oggi a Sant’Anna di Stazzema dal Segretario di Stato americano, Rex Tillerson. “Al Governo italiano vogliamo dire che noi rifiutiamo categoricamente un ulteriore impegno dell’Italia nella Nato, anzi vorremmo l’uscita. E siamo contrari alle continue spese militari, autorizzate mentre dall’altra parte si taglia sanità e welfare”. Arrivati davanti al cordone di forze dell’ordine, all’altezza di Porta San Jacopo, alcuni antagonisti hanno provato a forzare la zona rossa, ma sono stati respinti e allontanati dalle cariche della polizia

 

 

 

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Atac Roma, Raggi annunciò 150 nuovi autobus ma 40 non sono ancora in circolazione: “Arriveranno entro aprile”

next
Articolo Successivo

Cuneo, si uccidono coi gas di scarico dell’auto. “La vita non vale la pena di essere vissuta”

next