Dopo la decisione del giudice del Tribunale civile di Genova, che ha accolto il ricorso di Marika Cassimatis contro la sua esclusione dalla corsa alle comunali e contro il successivo ‘ripescaggio’ della lista di Luca Pirondini, vincitore delle comunarie-bis i deputati grillini commentano al Fattoquotidiano.it: “Che succede? Niente, si va avanti. I giudici non valutano le questioni politiche, noi ne prendiamo atto e andiamo avanti”. Così Riccardo Fraccaro alle telecamere del Fattoquotidiano.it. E, continua: “Due like su due post? Non offenda. Il movimento 5 stelle ha degli strumenti di partecipazione diretta che non hanno eguali. Abbiamo agito nel bene del movimento cinque stelle”. Anche Angelo Tofalo è sulla stessa linea d’onda: “Non dite cretinate, occupatevi delle cose serie”. E, Simone Valente: “Prendiamo atto dell’ordinanza del giudice. Lo staff valuterà questa decisione con i legali”.

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Eni smentisce “lo scambio tra salvataggio Unità e appalti in Kazakistan” e minaccia querele a Report e al Fatto

next
Articolo Successivo

M5s, dopo Genova scoppia il caso Padova: “Anche da noi mail spedite in ritardo vogliamo chiarimenti dallo staff”

next