Non ci sono state riunioni in streaming a Roma? Normale, non sempre si può”. Così ha tagliato corto il deputato M5S Riccardo Fraccaro, nel corso di una conferenza a stampa al Campidoglio. “Se si può facciamo lo streaming, se non si può, per non dare un vantaggio agli avversari che ci vogliono mettere i bastoni tra le ruote, non lo facciamo”, ha continuato. “Cè una grande confusione. Noi quando dobbiamo decidere le cariche interne agli eletti del M5S – faccio riferimento alla mia esperienza in Parlamento – facciamo sempre riunioni in streaming, se invece dobbiamo decidere su decine e decine di curriculum vitae di privati non possiamo farlo. Non è questa la democrazia diretta, la democrazia diretta è sulle singole decisioni, sulle decisioni dell’amministrazione” ha concluso Fraccaro.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Adinolfi: “Renzi? Era più conservatore di me. Gli occhioni di un vitellino? Non mi inteneriscono. Mi commuove la scaloppina al limone”

next
Articolo Successivo

Giovanni Sartori morto, addio a uno dei padri della scienza politica italiana. Inventò i nomi Mattarellum e Porcellum

next