“Nel Movimento 5 Stelle c’è troppo fumosità sulla trasparenza di chi dice qualcosa. Di chi è la responsabilità di chi scrive sul blog?”. L’ex deputato 5 stelle Massimo Artini, espulso nel 2014 , ha attaccato il movimento dopo che Beppe Grillo  ha spiegato di essere direttamente responsabile solo dei contenuti che portano la sua firma. “Sulla trasparenza purtroppo il Movimento 5 Stelle è diventato peggio di Forza Italia. Chi è Emanuele Bottaro? Non è dato sapersi, ma è sempre stato il titolare del dominio Beppegrillo.it” ha continuato Artini, in merito all’attivista che registrò il sito nel 2001. “Il collega Roberto Fico parlava tre anni fa di una società di certificazione sui voti. Ma non si è mai vista, altro che tecnicismi”, ha attaccato ancora Artini. Per poi rivelare: “Per quello che dissi dopo l’espulsione, Casaleggio Associati mi denunciò diverse volte. La prima l’ho ignorata, l’ho considerata una cavolata pazzesca. Ma il problema è politico, non giudiziario”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Consip, Lotti vs M5s: “Sentenze le fanno i giudici non i blog. Chi mi insulta rinunci a immunità parlamentare”

next
Articolo Successivo

Napoli, centri sociali: “Salvini torna in città? E noi andiamo a casa sua. Il 22 aprile manifestazione a Pontida”

next