“No alla giustizia di chi ha confuso la giustizia con il giustizialismo. La Costituzione dice che un cittadino è innocente fino a sentenza passata in giudicato. Sempre, non a giorni alterni. I processi si fanno nei tribunali, non sui giornali. Gli articoli sono del codice penale. Le condanne le emettono i giudici, non i commentatori”. Lo dice Matteo Renzi al Lingotto. Poi ha aggiunto: “Faccio un appello agli amici parlamentari del 5 Stelle, che in questi giorni hanno detto parole infami su alcuni di noi. Amici, date dimostrazione coerente del vostro atteggiamento rispettoso: rinunciate all’immunità e prendetevi le querele. Rinunciate alle prerogative dei parlamentari e venite in tribunali. Vi aspettiamo con affetto, e con gli avvocati”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Scontri a Napoli, Renzi contro De Magistris: “Anche Salvini ha diritto di parlare”

next
Articolo Successivo

Lingotto, il sedicenne “schifosamente giovane” che dà consigli a Renzi. E lui lo cita nel discorso

next