Sindaci e amministratori abruzzesi in piazza a Roma per chiedere modifiche al decreto sisma, e procedure più urgenti e rapide per aiutare le popolazioni colpite da terremoto e maltempo. “Lo sfogo di Errani? Aveva ragione, questa non è ricostruzione”, spiegano in molti, rievocando quanto aveva detto il commissario ed ex esponente Pd nel corso di una riunione con alcuni amministratori locali delle Marche. Parole che vennero “in parte” corrette e ridimensionate: “Era per accelerare, uno stimolo”, si difese Errani. Eppure non pochi lamentano e denunciano le lentezze del post-sisma: “Troppa burocrazia, le casette promesse latitano, così come i fondi”. E c’è chi, al di là delle inchieste giudiziarie, rimpiange il metodo Bertolaso, l’ex capo della Protezione civile ai tempi del governo Berlusconi. “Le sue casette nelle new town dell’Aquila cadono a pezzi? Non è vero, quel modo di fare era svelto e rapido, non come oggi”, spiega un amministratore di Campotosto. E non è il solo. “Io non rimpiango per nulla quel metodo decisionista, prima i sindaci erano esclusi da tutto, c’era un solo uomo al comando”, ha replicato la senatrice dem Stefania Pezzopane. I problemi, però, nelle aree colpite restano. “Cosa accadrà non lo sappiamo. Speriamo che lo stato non si dimentichi di noi”, è però il grido d’aiuto lanciato dal corteo

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Courmayeur, due valanghe in un’ora: un italiano tra i tre morti e diversi feriti

next
Articolo Successivo

Etna, il vulcano mescola neve e lava. Ecco le spettacolari immagini dell’ultima eruzione

next