George Michael sarebbe morto per un’insufficienza cardiaca e si è esclusa, fino ad ora, l’ipotesi che il decesso sia avvenuto in circostanze sospette. Per avere altre risposte sull’improvvisa morte del 53enne cantante britannico bisognerà però aspettare: i risultati dell’autopsia effettuata sul corpo di Michael non hanno ancora portato a risposte chiare. A dichiararlo è stato un portavoce della polizia di Thames Valley. “La causa della morte non è conclusiva ed è necessario effettuare ulteriori esami”, ha spiegato il portavoce aggiungendo che per avere i risultati delle nuove analisi occorreranno “diverse settimane”. La stessa fonte di polizia ha aggiunto che la morte del cantante “continua a essere considerata inspiegabile ma non sospetta”. L ‘ex star dei Wham! è stata trovata senza vita nella sua residenza di Goring-on-Thames, nella contea inglese di Oxfordshire, dal suo compagno, Fadi Fawad.

 

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Frozen, il direttore d’orchestra ghiaccia i bambini di Roma a fine show: “Babbo Natale non esiste”. Licenziato

next
Articolo Successivo

Donald Henderson, tra i tanti morti illustri del 2016 è lui quello che ha fatto più bene al mondo. Ma non ne parla nessuno

next