“Peggio del Porcellum”; “Sistema per fare fuori gli onesti: cioè noi”; “La nostra legge elettorale è sempre il proporzionale”. Sono solo alcune delle dichiarazioni dei parlamentari M5s sull’Italicum raccolte in un arco temporale che va da due anni fa fino a questo autunno. L’allora tanto vituperata normativa è tornata a piacere al Movimento che chiede di andare al voto il prima possibile con l’Italicum “corretto” (ovvero esteso anche al Senato). Sulla legge elettorale pesa comunque la decisione della Corte costituzionale che ha annunciato la prima udienza sull’argomento per il prossimo 24 gennaio.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

SI e Lega contro la fiducia sulla manovra: “Dal governo ultimo atto di forza. Niente fondi per Ilva e contratti”

next
Articolo Successivo

Italicum, Fico (M5s): “Dopo Consulta per noi è ok. Incoerenti? Chi la fa l’aspetti”

next