Nel late night show “L’importante è avere un piano” di Stefano Bollani giunto ieri sera alla sua quarta puntata, intervista al “Virtuoso dell’Ovetto” Lillo accompagnato da un incredulo Greg. Dopo l’intervista l’inedita esibizione del duetto con Bollani al piano, Lillo all’”ovetto” e Greg voce in una versione sicuramente originale del successo di Fred Bongusto, “Spaghetti a Detroit”. Ospiti della serata, in onda fino al 22 dicembre, anche Carmen Consoli e Irene Grandi, Antonio Rezza, il gruppo La Batteria e il performer Jan Bang

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

“Senza paura”: Bollani, Carmen Consoli e Irene Grandi emozionano con il successo di Toquinho

next
Articolo Successivo

Prima della Scala 2016, la crisi di governo prosciuga il tappeto rosso: alla Madama Butterfly mancherà anche Mattarella

next