Il Campidoglio vota no al referendum costituzionale. L’Assemblea capitolina ha approvato con 28 voti favorevoli, nessun contrario e nessun astenuto la mozione numero 64/2016 a prima firma del capogruppo M5s in Campidoglio, Paolo Ferrara, avente come oggetto l’impegno per la sindaca Virginia Raggi “a esprimere ai presidenti delle Camere, ai presidenti dei rispettivi gruppi e all’Associazione dei Comuni italiani l’allarme espresso dall’Assemblea capitolina per la deriva autoritaria in atto contro la quale si sono costituiti i Comitati referendari per il No al referendum promosso dal Governo sulla riforma costituzionale”. Hanno partecipato al voto solamente i consiglieri del Movimento Cinque Stelle e il deputato e consigliere capitolino di Sinistra italiana, Stefano Fassina che è stato duramente contestato. “Aventino” da parte di tutti gli altri gruppi di opposizione, che hanno abbandonato l’Aula in segno di protesta

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Referendum, tra sindaci highlander e il Senato gonfiabile: tutti i mostri prodotti da una riforma mal scritta

next
Articolo Successivo

Roma, Fassina: “Voto mozione M5s sul No al referendum”. Bagarre in Aula: “Venduto”

next