Il Campidoglio vota no al referendum costituzionale. L’Assemblea capitolina ha approvato con 28 voti favorevoli, nessun contrario e nessun astenuto la mozione numero 64/2016 a prima firma del capogruppo M5s in Campidoglio, Paolo Ferrara, avente come oggetto l’impegno per la sindaca Virginia Raggi “a esprimere ai presidenti delle Camere, ai presidenti dei rispettivi gruppi e all’Associazione dei Comuni italiani l’allarme espresso dall’Assemblea capitolina per la deriva autoritaria in atto contro la quale si sono costituiti i Comitati referendari per il No al referendum promosso dal Governo sulla riforma costituzionale”. Hanno partecipato al voto solamente i consiglieri del Movimento Cinque Stelle e il deputato e consigliere capitolino di Sinistra italiana, Stefano Fassina che è stato duramente contestato. “Aventino” da parte di tutti gli altri gruppi di opposizione, che hanno abbandonato l’Aula in segno di protesta

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Referendum, tra sindaci highlander e il Senato gonfiabile: tutti i mostri prodotti da una riforma mal scritta

next
Articolo Successivo

Roma, Fassina: “Voto mozione M5s sul No al referendum”. Bagarre in Aula: “Venduto”

next