Il Campidoglio vota no al referendum costituzionale. L’Assemblea capitolina ha approvato con 28 voti favorevoli, nessun contrario e nessun astenuto la mozione numero 64/2016 a prima firma del capogruppo M5s in Campidoglio, Paolo Ferrara, avente come oggetto l’impegno per la sindaca Virginia Raggi “a esprimere ai presidenti delle Camere, ai presidenti dei rispettivi gruppi e all’Associazione dei Comuni italiani l’allarme espresso dall’Assemblea capitolina per la deriva autoritaria in atto contro la quale si sono costituiti i Comitati referendari per il No al referendum promosso dal Governo sulla riforma costituzionale”. Hanno partecipato al voto solamente i consiglieri del Movimento Cinque Stelle e il deputato e consigliere capitolino di Sinistra italiana, Stefano Fassina che è stato duramente contestato. “Aventino” da parte di tutti gli altri gruppi di opposizione, che hanno abbandonato l’Aula in segno di protesta

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L'abbiamo deciso perchè siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un'informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Referendum, tra sindaci highlander e il Senato gonfiabile: tutti i mostri prodotti da una riforma mal scritta

next
Articolo Successivo

Roma, Fassina: “Voto mozione M5s sul No al referendum”. Bagarre in Aula: “Venduto”

next