Presidenti di seggio cercasi. Il Comune di Milano ha lanciato un appello per trovare cento presidenti mancanti in vista del referendum sul taglio dei parlamentari che si terrà domenica 20 e lunedì 21 settembre. Sono state circa un centinaio, infatti, le rinunce all’ultimo minuto. Così l’amministrazione ha deciso di lanciare un appello sui social ai cittadini per chiedere di mettersi a disposizione.

“Informiamo i cittadini del Comune di Milano che stiamo cercando presidenti di seggio per il referendum costituzionale – si legge nel messaggio Facebook – È possibile candidarsi direttamente all’Ufficio elettorale di Via Messina 52 fino alle 16 di oggi basta portare con sé un documento d’identità”.

Le rinunce, che molti attribuiscono alla paura per il contagio da Covid-19, sono state generalizzate e si sono verificate lungo tutta la Penisola: dalla Toscana alla Puglia, molti presidenti e scrutatori hanno dato forfait.

Il problema non sono soltanto i seggi Covid, cioè quelli attrezzati per far votare a domicilio i positivi in isolamento domiciliare o ricoverati. Molti presidenti hanno rinunciato anche nei seggi “normali”. Le nuove regole dell’era Covid prevedono l’uso della mascherina e l’utilizzo costante di igienizzanti. Non sono state previste, invece, maggiorazioni della retribuzione.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

“La Costituzione è NOstra”, Rodotà: “Il tentativo di impadronirsi della Carta è fallito”

next