Petardi, fumogeni e bottiglie contro le forze dell’ordine da parte dei tifosi romanisti rimasti nel settore ospiti e che hanno cercato di sfondare i cancelli. Gli incidenti sono scoppiati a Bergamo al termine di Atalanta-Roma, terminata 2 a 1. Quattro steward dello stadio e un poliziotto sono rimasti feriti in modo lieve e le forze dell’ordine hanno identificato circa 500 tifosi della Roma.

La polizia ha risposto al tentativo di sfondamento dei tifosi lanciando fumogeni. Contemporaneamente circa 200 sostenitori nerazzurri si sono avvicinati alla Curva Sud, lungo viale Giulio Cesare, vicino al settore occupato dagli ultras romanisti, ma sono stati tenuti a distanza.

Nelle immagini di CorriereTv si vedono un gruppo di tifosi incappucciati, rimasti all’interno dello stadio, che provano a rompere il cordone delle forze dell’ordine impegnate in cariche di alleggerimento. Erano più di un migliaio i tifosi della Roma presenti allo stadio per una partita considerata ad alto rischio, vista la storia rivalità con gli ultras atalantini.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Aldo Moro, l’archivio privato sepolto (e secretato) a Palazzo Chigi

next
Articolo Successivo

Nizza, presunto omicida scappa da ospedale psichiatrico: ricercato in Italia

next