Aveva semplicemente subito un’operazione alla schiena, ma la sua fotografia è stata stampata sui pacchetti di sigarette di tutta Europa per sensibilizzare i fumatori sui danni provocati dal loro vizio. Un 54enne spagnolo ha fatto causa all’Unione europea sostenendo che la sua immagini sia stata utilizzata senza la necessaria autorizzazione. Sopra la scritta “Fumare provoca embolie e disabilità” ci sarebbe la sua immagine, ottenuta però senza consenso.

L’uomo racconta di essere stato operato tre anni fa all’ospedale di Santiago di Compostela: gli fu inserita una protesi al titanio. Durante l’intervento gli scattarono anche una foto, che ora è stata utilizzata da Bruxelles nella sua campagna contro il fumo. Il fatto è stato subito denunciato alla ‘Guardia Civil’ di Boiro, paese della Galizia, e il signore ha chiarito che quell’operazione non aveva nulla a che fare con gli effetti negativi del consumo di sigarette.

Le istituzioni Ue sostengono che le immagini sui pacchetti abbiano tutte le necessarie autorizzazioni e che il 54enne spagnolo abbia confuso la sua foto con quella di un’altra persona. Non si tratta però della prima denuncia: una donna di Barcellona aveva sostenuto di aver riconosciuto suo marito, morto a causa di un tumore, in un’altra immagine. E anche in questo caso ha fatto causa all’Unione europea negando di aver rilasciato alcun consenso.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Roma, restaurata la statua del Bernini danneggiata dai vandali

prev
Articolo Successivo

Olbia, trovato feto umano tra la biancheria sporca dell’ospedale di Nuoro

next