“Sono molto soddisfatto che abbiamo fatto un’operazione quasi miracolistica, mettere insieme Berlusconi e Magistratura democratica, Grillo e D’Alema, Monti e Salvini. In comune non hanno niente, soltanto la voglia di dire no, no, no. Se li chiudi in una stanza per una proposta comune, loro restano chiusi dentro perché nessuno di questi va d’accordo su niente. Sono tutti l’uno contro l’altro ma li tiene insieme l’odio nei nostri confronti. Noi non ce l’abbiamo contro qualcuno ma lottiamo per qualcosa. Diceva uno scrittore: non combatto contro quelli che ho avanti ma per quelli che ho dietro. Gli altri sono legati solo dal dire no, noi abbiamo un progetto”. Lo ha detto il premier Matteo Renzi nella diretta Facebook #Matteorisponde: “Questa riforme non toglie spazi di democrazia. Riduce i privilegi. Non a caso stanno insieme tutti quelli che vogliono difendere i loro privilegi”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Referendum costituzionale, Renzi è anche peggio di Berlusconi

prev
Articolo Successivo

Anpi, Laura Puppato senza tessera per il suo ‘sì’ al referendum. Esposito: “Follia stalinista”

next