“Sono molto soddisfatto che abbiamo fatto un’operazione quasi miracolistica, mettere insieme Berlusconi e Magistratura democratica, Grillo e D’Alema, Monti e Salvini. In comune non hanno niente, soltanto la voglia di dire no, no, no. Se li chiudi in una stanza per una proposta comune, loro restano chiusi dentro perché nessuno di questi va d’accordo su niente. Sono tutti l’uno contro l’altro ma li tiene insieme l’odio nei nostri confronti. Noi non ce l’abbiamo contro qualcuno ma lottiamo per qualcosa. Diceva uno scrittore: non combatto contro quelli che ho avanti ma per quelli che ho dietro. Gli altri sono legati solo dal dire no, noi abbiamo un progetto”. Lo ha detto il premier Matteo Renzi nella diretta Facebook #Matteorisponde: “Questa riforme non toglie spazi di democrazia. Riduce i privilegi. Non a caso stanno insieme tutti quelli che vogliono difendere i loro privilegi”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Referendum costituzionale, Renzi è anche peggio di Berlusconi

next
Articolo Successivo

Anpi, Laura Puppato senza tessera per il suo ‘sì’ al referendum. Esposito: “Follia stalinista”

next