“Voglio ricordare a tutti un episodio capitato ai veggenti e a molti testimoni presenti ad una apparizione negli anni ’80, quando nel giorno del compleanno della Madonna al momento della conclusione dell’apparizione, venne portata una torta e venne dato alla Madonna un fiore di marzapane presente sulla torta. Lei lo prese e salì al Cielo e tutti videro il fiore di marzapane salire verso l’alto!”. Paolo Brosio, ex giornalista del Tg4, in un post sul suo blog festeggia il compleanno della Madonna di Medjugorje (chiamata anche “Gospa”), alla quale è devoto. E lo fa raccontando l’episodio del fiore di marzapane. Dopo la sua scomparsa, scrive, “pensando che fosse stato lasciato cadere dalla Madonna, molte persone lo cercarono nell’area dove era avvenuta l’apparizione ma senza trovarlo. Si pensò così che la Madonna lo avesse portato in Paradiso”.

Il 5 agosto, scrive ancora, è il giorno del compleanno della Madonna, come lei stessa ha rivelato “in un messaggio nel 1981 ai sei veggenti”. Poi il giornalista annuncia: “Questa sera molto probabilmente ci sarà un’apparizione straordinaria alle 21.15 sulla Collina del Podbrdo e settantamila persone saranno presenti sulla collina. E poi nella notte molti rimarranno sempre sulla collina o si trasferiranno sulla Montagna del Krisevac perché domani è il giorno della Trasfigurazione di Gesù sul Monte Tabor. Come ogni anno in questa data nella notte tra il 5 e il 6 agosto i Frati Francescani celebrano la Santa Messa o sulla Collina del Podbrdo o sulla Montagna del Krisevac e queste decine di migliaia di giovani li seguono con torce o pile accese per festeggiare la Madonna e seguire l’esempio di Gesù sul monte”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Eredi Corazza, l’azienda prende le distanza dalla pubblicità che allude alla violenza sulle donne: “Procederemo per vie legali”

prev
Articolo Successivo

Pokémon Go, tutti ‘sfruttano’ il tormentone del momento: da Donald Trump, fino al WWF

next