pelleGraziano Pellè (Italia) – Grazie a Lukaku – e grazie anche a lui per il 2-0 al novantesimo – ma quanto ha rischiato l’Italia contro il Belgio per quel rigore in movimento (e di testa) mancato dall’attaccante leccese subito dopo il vantaggio di Giaccherini? Tutto solo, senza difensori a contrastarlo, in posizione perfetta, Pellè è riuscito a spedire un gol già fatto a lato della porta difesa da Courtois, graziato da Graziano. Voto 5

INDIETRO

Europei 2016 – Papere, gol sbagliati e difensori ballerini: le 10 peggiori euro-topiche da Tatarusanu a Ibra

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Euro 2016 che non t’aspetti: Galles, Irlanda, Islanda, giovani speranze e vecchie conferme. Il pagellone delle sorprese

next
Articolo Successivo

Europei 2016, la storia del Vecchio Continente attraverso il calcio – 1976, per la prima volta i rigori decisero un match dopo i supplementari

next