C’è chi si è pettinato invece di avventarsi su una palla vagante e chi ha preferito uno scavetto moscio a un rigore angolato. Tanti portieri, ma non solo, nella Top 10 delle papere viste in Francia durante la fase a gironi. Topiche e attimi da dilettanti non hanno risparmiato anche campioni come Ibrahimovic e protagonisti in positivo come Pellè.

tufanOzan Tufan (Turchia) – Vuoi mica rincorrere con tutta la cattiveria possibile quella palla innocua e altissima che sta uscendo dalla tua aria di rigore? Chi la prenderà mai? Meglio pettinarsi, così si può ammirare meglio lo splendido tiro di Modric. Che però, forse, non sarebbe mai arrivato in porta se Tufan non avesse deciso di improvvisarsi coiffeur. Voto 2

Europei 2016 – Papere, gol sbagliati e difensori ballerini: le 10 peggiori euro-topiche da Tatarusanu a Ibra

AVANTI
close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Euro 2016 che non t’aspetti: Galles, Irlanda, Islanda, giovani speranze e vecchie conferme. Il pagellone delle sorprese

prev
Articolo Successivo

Europei 2016, la storia del Vecchio Continente attraverso il calcio – 1976, per la prima volta i rigori decisero un match dopo i supplementari

next